Il magnesio non è una medicina, è un minerale essenziale per il nostro corpo e non possiamo produrlo.  E’ responsabile di molti processi metabolici essenziali regolando l’attività di enzimi preposti a rendere possibili più di 350 reazioni chimiche fondamentali per il corpo umano. Si stima che quasi l’80 per cento della popolazione occidentale sia carente di magnesio.

La carenza di Magnesio dà ansia, ipereccitabilità muscolare, cefalea, vertigini, insonnia, alterazioni del ritmo cardiaco, stanchezza eccessiva, disturbi mestruali, asma, calcoli renali, stitichezza, attacchi di panico, fragilità ossea ed osteoporosi, nervosismo, ipertensione.

Perchè ne siamo carenti?

Mangiamo sempre meno frutta e verdura e più alimenti trasformati come latticini, farine e zuccheri che oltre a non contenere magnesio lo sottraggono dal corpo nel processo digestivo.

Il suolo si è impoverito pesantemente di magnesio a causa della coltivazione intensiva che fa uso di concimi e fertilizzanti chimici. Di conseguenza, molta frutta e verdura che erano una volta ricchi di magnesio ora lo contengono non più in quantità adeguate. Inoltre, la presenza dell’alluminio nei terreni dovuto all’inquinamento atmosferico, acidifica il suolo ed impedisce alle piante di assorbire i nutrienti del terreno.

I benefici del magnesio sono molti:

  • Riduce lo stress
  • Rilassa il sistema nervoso
  • Elimina i dolori mestruali
  • Dona energia fisica e mentale
  • Rafforza denti e ossa
  • Risolve la stitichezza
  • Previene malattie cardiovascolari
  • Migliora la digestione
  • Migliora l’assimilazione dei nutrienti
  • Rilassa i muscoli
  • Regola il pH
  • Regola la pressione in chi soffre di ipertensione
  • Favorisce il peso forma
  • Favorisce il sonno riposante e combatte l’insonnia

Per questi motivi, un numero crescente di persone si rivolgono agli integratori di magnesio per aumentare la loro assunzione di questo nutriente essenziale.

Il magnesio carbonato viene assorbito facilmente dal nostro organismo e riesce a far derivare gli altri tipi di magnesio (cloruro di magnesio, pidolato, ecc.) a seconda dell’organo che ne ha più bisogno e l’eccesso viene eliminato con le urine.

Importante:

– Dopo due anni di regolare somministrazione di magnesio, l’osteoporosi (perdita di massa ossea) si arresta nell’87% dei casi.

– Dopo i 40 anni, il corpo assorbe sempre meno magnesio.

– Assunto quotidianamente elimina l’acido urico dai reni, decalcifica le sclerosi fino alle più sottili membrane, evita gli infarti purificando il sangue, mantiene giovani fino alla vecchiaia, riporta il pH dell’intestino verso l’alcalino.

In che modo il Magnesio è efficace contro la stitichezza?

L’intestino per funzionare al meglio, ha un gran bisogno di magnesio per la corretta assimilazione dei nutrienti in cibo e bevande.

Sono quattro le azioni principali del Magnesio sul tratto gastrico:

  • Aiuta una corretta digestione dei cibo.
  • Favorisce l’afflusso di acqua all’intestino, e questo fa sì che le feci siano morbide.
  • Aiuta i movimenti intestinali dall’inizio alla fine del processo di digestione (peristalsi).
  • Rilassa i muscoli ed il sistema digestivo in modo, quindi previene la stitichezza.

Quindi è chiaro che con il giusto apporto di magnesio si può normalizzare la situazione intestinale, non solo in caso di stipsi e costipazione cronica.

Il magnesio è utilissimo anche per disturbi come: diarrea, dissenteria, gastrite, reflusso gastrico, flatulenza, colite, bruciori di stomaco, aerofagia, gonfiore, nausea, mal di pancia.

Con questo integratore puoi garantirti un’efficace pulizia intestinale e non solo curare ma anche prevenire la maggior parte dei disturbi che coinvolgono lo stomaco e l’intestino. Insomma si tratta della soluzione ideale per ritrovare la tua naturale regolarità.

 

Perché l’argilla è un rimedio naturale da tenere sempre in casa?

Perché ha un costo accessibile a tutti, perché può essere impiegata per molti disturbi e perché è semplice da utilizzare.

Conosciuta fin dall’antichità, l’argilla è molto utilizzata in fitoterapia in combinazione con oli essenziali o altri principi attivi: è ricca di silice, magnesio, ferro e in piccola parte anche di calcio. Contiene, inoltre, numerosi oligoelementi idrosolubili altamente biodisponibili e quantità infinitesimali di argento, ferro, stagno, rame, piombo ed oro.

L’argilla classica viene utilizzata per uso esterno mentre la variante dell’argilla ventilata viene utilizzata anche per uso interno, da bere.

Utilissima per la preparazione di impacchi adatti per la cura della pelle, per levigare e purificare la pelle del viso, per attenuare l’effetto a buccia d’arancia della cellulite ed inoltre per alleviare le irritazioni e i dolori articolari, ma anche in caso di distorsioni o di problemi muscolari.

Viene utilizzata anche per uso interno, per le sue proprietà cicatrizzanti, rimineralizzanti, antiacidità, antinfiammatorie, per favorire le fisiologiche funzioni dell’apparato gastrointestinale, per favorire l’eliminazione dei gas e contrastare flatulenza e meteorismo e come depurativo e disintossicante dell’organismo.

Semplicissima da fare in casa ed economica, la maschera all’argilla è un toccasana per ogni tipo di pelle. L’argilla si può comprare essiccata in polvere in qualsiasi erboristeria ad un prezzo molto basso.
In commercio esistono anche maschere già pronte che devono solo essere applicate sulla pelle umida. Il prezzo sale leggermente, ma si ha la comodità di non doversi preparare la maschera da sole.

Preparazione della Maschera all’argilla per tutti i tipi di pelle

Per preparare la maschera, mettere l’argilla in una ciotola di vetro o plastica ed aggiungere l’acqua in un rapporto di 1 ad 1: un cucchiaio di argilla più un cucchiaio d’acqua e così via. Lasciare il composto a riposo per venti minuti, poi mescolare energicamente con un cucchiaio di legno o plastica. Non usare il cucchiaio di acciaio, materiale che potrebbe alterare le proprietà dell’argilla. Quando il composto avrà raggiunto la densità di una crema pastosa, applicate un generoso strato sul viso deterso ed asciutto, evitando il contorno occhi ed il contorno labbra.
La maschera comincerà presto a tirare. Asciugandosi, schiarirà fino a diventare quasi bianca o verde chiaro. Una volta asciutta (circa venti minuti), rimuoverla con acqua tiepida ed un po’ di pazienza. Dopo aver rimosso tutti i residui di argilla, applicare una crema idratante, che permetterà alla pelle di non seccarsi a causa dell’argilla.

Maschera all’argilla per pelli grasse e per pelli secche

La maschera all’argilla è indicata per tutti i tipi di pelle, assorbe le impurità, regola il sebo e favorisce il rinnovamento cellulare. Con alcune piccole aggiunte si può rendere specifica per alcuni tipi di pelle.
Per curare la pelle grassa, ad esempio, si può aggiungere al composto base del succo di limone, note le sue proprietà astringenti e purificanti.
Per curare la pelle secca, invece, si può aggiungere qualche goccia di olio di oliva o di olio di mandorle, dalle proprietà emollienti ed idratanti. In alternativa, anche del miele può andare bene.

 

Avvertenze
Per uso interno, l’argilla va sciolta in acqua pura possibilmente di fonte, non clorata o, a limite, minerale naturale.
Evitate l’uso interno di argilla se assumete farmaci, potrebbe interferire!
L’assunzione di argilla può dare problemi di stitichezza.

 

La pelle, sopratutto quella dei più piccoli, va rispettata e curata fin dalla nascita.
E’ importante usare solo prodotti naturali, senza ingredienti chimici dannosi e che siano delicati ed efficaci allo stesso tempo.

Nei primi anni fino alla preadolescenza non produciamo secrezioni sebacee e apocrine e dunque abbiamo una pelle senza sebo, tendenzialmente più secca poiché non lubrificata da quello che si chiama film idroacidolipidico. Inoltre, lo strato corneo (la parte più superficiale dell’epidermide) nella pelle del bambino è più sottile se paragonato a quello di un adulto e, di conseguenza, nel bambino la pelle risulta più delicata e esposta agli agenti fisici e chimici esterni.
Le sostanze da evitare nei cosmetici per bambini sono tante pertanto leggete l’INCI e assicuratevi che non contengano siliconi, petrolati, tensioattivi aggressivi. Attenzione quindi se in etichetta trovate ingredienti come questi:
paraffina,vaselina, mineral oil, siliconi, triclosan, glycol e sigle come PEG, DEA, MEA, TEA.
Si tratta di ingredienti spesso di origine petrolifera, poco o per niente biodegradabili che possono avere effetti allergenici, causare dermatiti o alterare le funzioni fisiologiche della pelle.
Di sana pianta offre la migliore linea di detergenti, creme e shampoo per bambini senza SLES o SLS e una vasta gamma di prodotti cosmetici per l’infanzia made in Italy Helan.

 

Arriva Marzo e anche la festa della Donna!
Di sana pianta in occasione dell’8 marzo, Giornata internazionale della donna, propone “∞ marzo: perché un giorno sia tutti i giorni” mostra fotografica di Camilla Schmitt.

Per una settimana, dall’8 al 15 marzo, la mostra sarà visitabile gratuitamente e aperta a tutti presso l’Erboristeria Di sana pianta in via Garibaldi 25 a Marzocca.

LA MOSTRA

Le fotografie esposte spaziano da lavori in esterno, che nascono dalla casualità dellincontro con il mondo, a opere realizzate in studio, specchio di profonde emozioni personali, il cui legame, nella diversità dei temi, è una sorta di straniamento, che sconvolge la percezione e infrange labitudine, rivelando inconsuete prospettive dellordinario.

Gli scatti narrano il percorso evolutivo dellautrice: dalla necessità di esprimere la propria visione artistica, attraverso losservazione delle persone, nella cui inconsapevole intensità dei gesti coglie il dramma e lironia della vita di ogni giorno, al desiderio di raffigurare una realtà riflessa che restituisce inesplorati punti di vista, fino ad arrivare, con una personale ricerca, ad una pittura fotografica in cui le immagini sembrano emergere da pennellate impressioniste.

CAMILLA SCHMITT

(Roma, 1992)

Ho iniziato a scattare con la naturalezza della bambina che ero: curiosa, coraggiosa, mi sono fatta accarezzare gli occhi dai colori del mondo.

Crescendo, la necessità di esplorazione mi ha condotta verso elementi meno ordinari, sfiorando particolari spesso ignorati.

La consapevolezza della maturità ha affinato il mio gusto; lispirazione nasce da contrasti sociali, scenari sinistri, dallarmonia delle linee e dal bel colore carico, unito allubiquo senso di inquietudine.

Senza pianificazione, ho lasciato che lonestà dellistinto costruisse la mia visione fotografica della realtà.

Sono unamante della lingua italiana e ho percorso un sentiero di ricerca linguistica; ho giocato con le parole, accostando alle immagini titoli che stimolassero losservatore, perché la fotografia può essere un intenso mezzo di riflessione.

Osservo i profili che ho intorno, nella mente i pensieri iniziano a danzare, si aggrovigliano nelle loro sfumature più varieHo bisogno di tradurre queste sensazioni, di Scattare e respirare.

CURRICULUM ARTISTICO

  • 2009: cura la fotografia e l’impaginazione del sito web della Società Italiana di Mediazione Familiare (S.I.Me.F.), trasponendo in immagini il profilo professionale del mediatore familiare.

  • 2010-2017: realizza stampe e pannelli fotografici per l’arredamento di interni di studi professionali, locali e appartamenti privati.

  • 2011-2017: in occasione di seminari e lezioni, organizzate da scuole di specializzazione in psicoterapia, traduce in fotografie concetti psicologici, facilitando, attraverso l’impatto emotivo dell’immagine, tanto l’esposizione quanto il processo di apprendimento.

  • 2013-2017: realizza locandine, opuscoli e manifesti in contesti congressuali.

  • 2014: realizza una serie di scatti relativi al moto ondoso e alla formazione delle nubi per l’iBook “L’atmosfera e il tempo” di Giampiero Barchiesi, disponibile su iTunes Store.

  • 2014: cura interamente la parte fotografica del nuovo sito web della Società Italiana di Mediatori Familiari (S.I.Me.F.). Una stretta collaborazione, che si concretizza in un intenso lavoro di ricerca di immagini e scenari tematici evocativi dell’attività dell’Associazione.

  • 2014: pubblicazione su Cicero, inserto mensile del giornale Voce della Vallesina, di un percorso fotografico in tre parti, nel quale vengono analizzate alcune opere, quali “Cul-de-sac” e “Aspettando Godot”.

  • 2015-2017: realizza gadget pubblicitari.

  • 2016: mostra fotografica personale “Lineare infranto”, Napoli, Grand Hotel Oriente.

  • 2016: mostra fotografica personale “Legami e legamenti d’amore”, Jesi, Palazzo dei Convegni.

  • 2017: mostra fotografica personale “Scenari urbani e dis-urbani: la straordinarietà del reale”, Roma, Alm Garden.

  • 2018: mostra fotografica personale “Aspettando Godot”, Jesi, Hemingway Cafè

 

Per informazioni: http://www.camillaschmitt.com/fr/accueil.html